Come personalizzare WordPress

sviluppo di wordpressWordPress è la piattaforma di siti Web dominante in circolazione, e per buoni motivi. esso’s facile da usare, incredibilmente personalizzabile, ed è incluso con la maggior parte fornitori di hosting web di qualità.


Analizziamo come personalizzare i siti di WordPress dopo aver eliminato il tuo spazio di hosting.

Prima le impostazioni

Non appena WordPress è stato installato e si desidera iniziare a personalizzarlo per le proprie esigenze, esso’è bene iniziare con le basi. La personalizzazione delle impostazioni e dei controlli ti darà una maggiore precisione sulle modifiche apportate e ti consentirà di personalizzare il resto del sito a tuo piacimento.

La tua pagina iniziale di WordPress avrà “benvenuto” e a “personalizza il tuo sito” pulsante. Ignoralo; anziché, clicca sul “opzioni dello schermo” scheda nell’angolo in alto a destra dello schermo. Questo luogo fa apparire una raccolta di caselle di controllo che ti mostrano ciò che vedi sullo schermo in qualsiasi momento. Puoi deselezionarli se necessario, se non lo fai’non me ne frega niente di loro.

Successivamente, puoi trascinare e rilasciare le caselle che desideri mantenere sullo schermo in base alle tue preferenze o alla frequenza con cui pensi di’Userò le scatole. Ad esempio, Quick Draft potrebbe essere una buona scelta se ti ritrovi spesso a trovare note o bozze approssimative per i post del blog. D’altra parte, la maggior parte delle persone ha vinto’essere interessato a Eventi e Notizie WordPress a meno che tu’sei uno sviluppatore.

Dopo questo, vai al Pulsante impostazioni di WordPress, che si trova nel menu a sinistra. Questi dovrebbero essere impostati abbastanza bene per la maggior parte degli utenti fin dall’inizio, ma aiuta a passare e assicurarsi che tutto sia in ottime condizioni. Questo è anche il luogo in cui personalizzerai diversi aspetti principali del tuo sito, come il titolo.

Impostazioni di WordPress

È anche una buona idea verificare che l’indirizzo del sito e l’indirizzo di WordPress coincidano; tu don’voglio che i visitatori si perdano mentre si dirigono verso il tuo sito!

Qui, puoi anche farlo in modo che la tua homepage sia ciò che’viene visualizzato inizialmente, anziché il feed del tuo blog (che è l’impostazione predefinita).

Noi’d consiglia anche di impostare il “Per ogni post in un feed, includere…” opzione a “Sommario”. Questo fa sì che i tuoi post vengano riepilogati, il che aiuta le persone a scorrere più velocemente i tuoi contenuti e il caricamento della tua pagina più rapidamente. Inoltre, assicurati che il tuo “visibilità dei motori di ricerca” è deselezionato in modo che Google possa trovare il tuo sito ai fini del traffico.

Al di là di queste nozioni di base, ci sono molte altre impostazioni con cui puoi pasticciare attraverso questa pagina. Noi’d ti consigliamo di controllare le tue impostazioni sulla privacy, in quanto ti consente di scegliere una pagina sulla privacy creata automaticamente da WordPress. Ciò ha un valore inestimabile se prevedi di avere traffico internazionale alla luce del GDPR.

Utenti: aggiunta e rimozione

Permettere’s vai al menu Utenti, che dovrebbe trovarsi sulla stessa console di sinistra. Qui è possibile creare nuovi profili utente o modificare i profili utente di chiunque sia attualmente nel sistema. Ciò consente di determinare chi ha determinati privilegi e informazioni di accesso.

I pulsanti sono abbastanza autoesplicativi. “Aggiungi nuovo utente” ti consente di aggiungere un nuovo utente al sito e richiede la compilazione di determinate informazioni al riguardo, inclusi nome utente e indirizzo e-mail. Puoi personalizzare il loro ruolo e dare loro determinati privilegi usando il “ruolo” controllo in basso.

Wordpress-aggiunta del nuovo utente

Puoi anche modificare i profili utente e regolare i privilegi o i controlli amministrativi se decidi di portare più persone nel sito per scopi di creazione o modifica dei contenuti. Prestare attenzione quando si utilizza questo menu’stai portando qualcuno in modo che tu non lo indossi’t dai loro privilegi di amministratore completi, a meno che non ti fidi di loro al 100%.

Infine, questa parte del sito ti consente di cambiare la tua password e puoi anche usare WordPress per generare password complesse se vuoi un po ‘di assistenza. Dato WordPress’s occasionali problemi di sicurezza’È una buona idea usare questo controllo per cambiare la password alcune volte all’anno.

Cose a tema

Ora’s il tempo di entrare nella parte divertente della personalizzazione di WordPress: i temi!

A seconda del pacchetto di hosting o del piano WordPress che hai’ho scelto, voi’Avrò accesso a diverse dozzine o diverse migliaia di temi. Questa pletora di opportunità creative può essere un po ‘travolgente.

È possibile modificare o selezionare un tema di andando a “Aspetto” sul lato sinistro della dashboard. WordPress installa automaticamente i temi sul tuo sistema, ma puoi utilizzare questo menu per cercare nuovi temi facendo clic “aggiungi nuovo tema”.

Aggiungi nuovo tema in WordPress

Tutti i temi gratuiti che hai già dovrebbero essere già nella tua raccolta. I temi di fornitori di terze parti sono disponibili nel tuo account facendo clic su “download” linguetta.

Altrimenti, puoi utilizzare le schede nella parte superiore dello schermo per cercare manualmente i temi o selezionarli da raccolte come “Popolare”, “Ultimo”, o “Preferiti”.

Una volta tu’ho trovato un tema che ti piace, puoi scaricare i file e tornare a WordPress. Dopo aver aggiunto il tuo tema, puoi “Carica tema” utilizzando il pulsante nella parte superiore dello schermo. Una finestra di upload di file dovrebbe apparire, permettendoti di rilasciare i tuoi file WordPress nello spazio. WordPress installa e attiva automaticamente il tema a questo punto.

Come caricare un tema in WordPress

Quindi, fai clic su “personalizzare” sotto “Aspetto”; questo ti darà la possibilità di personalizzare il tuo tema a tuo piacimento. Lo strumento’I controlli e l’aspetto appariranno leggermente diversi in base a ciò che ciascun tema ti consente di fare, ma il layout generale è identico. Le opzioni di personalizzazione di WordPress si trovano sul lato sinistro dello schermo e l’anteprima è direttamente al centro.

L’identità del tuo sito è il titolo del sito e appare se non lo fai’t ha un logo sul posto. Icona del sito isn’t il logo, però; questa è la piccola icona che appare nella scheda del browser (ad es “sol” per Google).

Il logo, invece, si trova sotto “Intestazione”. Puoi selezionare il tuo logo da un dispositivo o un computer, anche se assicurati che il suo sfondo sia trasparente in modo che appaia indipendentemente dal colore di sfondo che scegli.

Parlando di colore, puoi cambiare le sfumature universali disponibili per il tuo tema e sito Web facendo clic sul pulsante corrispondente sulla dashboard di sinistra. Il colore di sfondo si spiega da sé; il colore di sfondo dell’intestazione e del piè di pagina consente di distinguere diversi settori della pagina del sito Web.

Il “Globale” pulsante consente di personalizzare le impostazioni globali secondo il tuo marchio o tema predeterminato. Questi includono cose come le dimensioni dei caratteri o il layout di varie pagine. Potrebbe essere utile dare un’occhiata a tutte queste impostazioni anche se si decide di mantenerle sostanzialmente le stesse in base a ciò che il tema fornisce di default.

Finalmente, se hai acquistato un tema premium di WordPress, potresti avere opzioni di personalizzazione aggiuntive a sinistra e cruscotto. Questi possono essere trovati su un pulsante che prende il nome dal tema stesso.

Per esempio, “Astra” le opzioni appariranno con lo stesso nome, sebbene possano trovarsi in Aspetto anziché nella dashboard come categoria propria.

Questi consentono di installare plug-in aggiuntivi o modificare aspetti specifici di tali temi. Ti consigliamo di dedicare un po ‘di tempo a sperimentare tutte le tue opzioni, poiché questo è facilmente uno degli aspetti più approfonditi dell’esperienza di personalizzazione di WordPress.

Plugin e SEO

I plug-in sono eccellenti aggiunte a qualsiasi sito Web e possono migliorare funzionalità, prestazioni e caratteristiche per i tuoi visitatori. Allo stesso tempo, vuoi scegliere con cura i tuoi plugin in modo da non farlo’t sovraccaricare accidentalmente il tuo sito’s limiti di larghezza di banda o di archiviazione o rendere il caricamento del sito troppo lento per i visitatori.

Ce ne sono diversi “dover avere” tipi di plugin noi’d consiglio. Questi includono plugin per sicurezza, come Wordfence, che protegge il tuo sito da attacchi di forza bruta e malware. voi’Vorrei anche alcuni plugin per l’ottimizzazione delle immagini se prevedi di utilizzare molti supporti visivi sul tuo sito. Smush è una buona opzione, in quanto consente di utilizzare immagini ad alta risoluzione senza rallentare troppo le cose.

voi’Probabilmente vorrai anche ripristinare il plug-in, anche se il tuo provider di hosting include backup gratuiti come vantaggio. I backup ti consentono di conservare i tuoi dati archiviati altrove in caso di arresto anomalo o di eventi catastrofici sul tuo sito’s versione live.

I plugin di cache possono anche essere utili. Questi consentono al tuo sito WordPress di sentirsi più reattivo fornendo il tuo sito Web e i dati ai tuoi visitatori in modo un po ‘più efficiente e rapido. W3 cache totale è un ottimo esempio.

Dopo aver identificato i plugin che si desidera installare (indipendentemente dal fatto che siano’quelli sopra o separati), puoi installarli e attivarli andando su “plugin” pulsante a sinistra, dashboard e clic “Aggiungere nuova”.

Aggiungi nuovo plug-in in WordPress

Questa schermata ti porta anche alla raccolta gratuita di plugin di WordPress. Puoi cercare plugin gratuiti digitando il nome nella casella di ricerca in alto a destra. Una volta tu’ho trovato i plugin che desideri, fai clic su “Installa ora” e il plugin verrà automaticamente installato. Clic “Attivare” una volta fatto questo per attivarne gli effetti sul tuo sito. Ripeti tutte le volte che è necessario, ma ricorda di mantenere il limite totale del plugin il più basso possibile per facilitare un migliore utilizzo delle risorse del sito.

I plugin premium funzionano esattamente allo stesso modo, anche se tu’Dovrai acquistare e scaricare i file del plugin sul tuo computer prima di caricarli sul “Aggiungi plug-in” pagina di cui sopra.

Configurazione

Puoi quindi personalizzare le singole impostazioni e funzionalità dei vari plug-in dopo che sono stati installati sul tuo sito WordPress. In effetti, la maggior parte dei plug-in offrirà di offrirti un tour delle loro funzionalità al momento dell’installazione, quindi ti consigliamo di prenderti il ​​tempo di controllare ogni plug-in se non li hai mai usati.

In alternativa, puoi guardare la tua dashboard sul lato sinistro e vedere nuovi menu per ogni plug-in che hai installato. Ciò consente di modificare manualmente le funzionalità ogni volta che è necessario. Tuttavia, tieni presente che alcuni plugin sono nascosti sotto vari nomi generici, come “Performance” per W3 Total Cache. Potrebbe anche essere necessario trovare vari plugin nascosti sotto i menu di livello superiore. 

Cose SEO

La seconda parte di questo passaggio è concentrandosi sugli sforzi di ottimizzazione dei motori di ricerca. L’ottimizzazione del tuo sito Web per classificare al meglio in Google e raccogliere il traffico dei visitatori è il suo articolo, quindi lascia’s tuffati nel come prendermi cura di questo solo per me la prospettiva di personalizzazione di WordPress.

Usa il tutorial plugin sopra per trovare Yoast SEO; esso’s il plugin SEO più utilizzato disponibile per gli utenti di WordPress. Ti consente di raccogliere i dati delle parole chiave e utilizzarli per ottimizzare i tuoi contenuti e le tue pratiche SEO.

Plugin SEO per WordPress Yoast

Una volta’s installato e attivato, individua il suo menu sul cruscotto della barra laterale. Dovrebbe apparire stilizzato “Y” con “SEO” Vicino a esso.

Qui puoi accedere alla dashboard di Yoast da sola. Usa la procedura guidata di configurazione che si apre quando accedi a questa pagina per far funzionare tutto usando i link forniti per iniziare l’ottimizzazione SEO. Il plugin ti farà una serie di domande.

Innanzitutto, assicurati di selezionare quello tuo “il sito è attivo e pronto per essere indicizzato” quando richiesto. Ciò garantisce che Google indicizzerà facilmente il tuo sito Web una volta che i tuoi contenuti sono stati creati e pubblicati. Ulteriori domande ti faranno rispondere al tipo di sito web che stai costruendo, oltre a compilare informazioni importanti come il tuo URL, eventuali URL associati al tuo marchio o azienda e infine se pagine, post e modelli devono essere visualizzati nei risultati di ricerca. Assicurarsi che siano impostati su “sì” per i migliori risultati.

Sono disponibili impostazioni aggiuntive come specificare se esiste un autore o un singolo autore per vari post sul tuo blog e diverse impostazioni del titolo.

Informazioni sui contatti

Permettere’s costruisci una pagina di contatto prima di immergerci nel secondo pezzo più grande della personalizzazione del tuo sito WordPress: la creazione di contenuti.

Questo può essere fatto facendo clic su una prefabbricata “Contatto” pagina che arriva praticamente con ogni tema WordPress, inclusi molti dei temi gratuiti. Dovresti riempire questa pagina con il minimo delle tue informazioni di base e includere diversi collegamenti alle informazioni pertinenti, se necessario, inclusa la pagina della tua politica sulla privacy.

Puoi anche usare il Modulo di contatto 7 plugin per creare un modulo di contatto speciale, che consente di collegare il modulo alla pagina dei contatti. Offre alle persone un modo semplificato per inviarti un commento o un reclamo, il che è molto più semplice che vagliare tutti i commenti che potresti avere sui tuoi vari post. Puoi utilizzare questo plug-in per inviare anche messaggi pre-scritti all’utente che invia il messaggio.

Modulo di contatto 7 plugin

In definitiva, avere la tua pagina di contatto attiva e funzionante e avere un modulo di contatto associato è un ottimo modo per assicurarsi che i tuoi visitatori si sentano ascoltati e che tu possa comunicare con loro in caso di difficoltà tecniche. Questo è particolarmente critico se tu gestire un negozio online e deve gestire di volta in volta cose come i rimborsi.

Creazione di contenuti

Il tuo sito WordPress ha già alcune pagine di base configurate e facilmente accessibili dalla dashboard di sinistra. Queste sono chiamate cose del genere “Casa”, “Di” e così via.

Puoi e dovresti riempire queste pagine prima di tutto, entrambe per ottenere una maniglia sull’interfaccia di WordPress se non hai’non l’ho usato prima e per assicurarsi che non lo siano’t vuoto rispetto alle altre pagine di contenuti.

Ma quando arriva il momento di creare una nuova pagina, puoi farlo clic “pagine” sulla dashboard di sinistra, quindi “Aggiungi nuovo”. WordPress ti porterà in una schermata in cui puoi creare una pagina di esempio, una pagina di privacy o una nuova pagina del tutto. Molte persone finiscono per eliminare la pagina di esempio, FYI.

Aggiungi una nuova pagina in wordpress

Una volta tu’hai deciso di creare una nuova pagina, tu’Verrà portato all’editor del blog di WordPress, che include l’anteprima a sinistra e le parti centrali dello schermo e varie impostazioni a destra. Un plug-in del generatore di pagine cambierà questo modello.

Puoi nominare la pagina che preferisci e aggiungere un permalink se necessario. Quindi è possibile creare il design e il layout utilizzando il blocco o esplorando le opzioni del modello tramite i controlli a destra. Puoi anche riempire la maggior parte della pagina con il contenuto che scrivi direttamente nel blocco WordPress o su Word tramite copia / incolla.

Ricorda di usare il “salva la bozza” pulsante abbastanza frequentemente, quindi non lo fai’t cancella accidentalmente i tuoi contenuti.

La maggior parte dei template o plugin includerà anche un “Aggiungi media” pulsante o qualcosa di simile. Puoi usarlo per inserire immagini o video nel contenuto; questo di solito viene aggiunto tramite un dispositivo separato o il tuo computer. Inoltre, molti plug-in di page builder ti consentono di aggiungere nuovi blocchi alla pagina per mantenere il contenuto attivo fino a te’attraverso.

Mediateca di WordPress

L’editor di WordPress è l’esempio più semplice e viene fornito con un elenco di blocchi da cui è possibile disegnare facendo clic su “+” pulsante nell’angolo in alto a sinistra dell’editor.

Dopo aver pubblicato ogni pagina, noi’d ti consiglio di sfruttare il plugin Yoast prima di pubblicare la pagina. esso’Ti aggiungerò in vari punti di dati di ricerca, come la tua parola chiave focus e la meta descrizione, prima di segnare quanto ottimizzi quel contenuto per scopi SEO.

In questo modo, ogni parte del contenuto creato aiuterà il tuo sito a posizionarsi meglio su Google a lungo termine e ti impedirà di dover dedicare tempo costoso a modificare i contenuti in un secondo momento.

Prima di pubblicare, assicurati che tutto sia ermetico e che tu’ho impostato un’immagine in primo piano che rappresenta accuratamente il contenuto. Non dimenticare categorie e tag se stai scrivendo un post sul blog! Puoi anche impostare la tua home page sulla tua pagina’ho fatto andando a “impostazioni”, poi “Lettura”, quindi facendo clic “una pagina statica” e selezionando la pagina desiderata dall’elenco.

Infine, puoi inserire il tuo sito in “Modalità di manutenzione” nella scheda Pagina. Ciò impedisce alle persone di vedere il tuo sito Web e il suo stato incompiuto.

widget

Widget (trovati anche sotto “footer”) si trova nelle impostazioni principali. Questi sono essenzialmente blocchi personalizzabili che puoi posizionare in vari punti sul tuo sito WordPress. Essi’le barre laterali, i menu aggiuntivi e così via che ti consentono di personalizzare l’accessibilità del tuo sito per te e i tuoi visitatori.

Woidgets di WordPress

Vai a “Aspetto”, poi “widget” per iniziare. Ti mostra i widget disponibili sul lato sinistro dello schermo e il lato destro mostra i luoghi che puoi “fessura” quei widget. Alcuni di questi spazi possono già essere popolati ma sentirsi liberi di scambiare le cose se necessario.

È possibile modificare le varie funzionalità di ciascun widget, inclusi il loro nome e funzionalità. Oppure puoi usarne tutti quanti ne desideri. esso’dipende da te!

menu

Noi’d consiglia di salvare questa parte del processo fino a quando non hai già impostato la maggior parte dei tuoi contenuti, poiché hai bisogno di cose da collegare ai tuoi menu. Vai a “Aspetto”, poi “menu”.

Menu WordPress

È possibile creare menu da questa pagina e Là’s nessun limite a quanti ne puoi generare. La maggior parte dei siti ne usa solo uno, ovviamente. Dovresti dare al menu un nome semplice; il nome del menu non è’t visualizzato ovunque un visitatore possa vedere.

Dopo aver creato il menu, è possibile determinare dove si desidera andare tramite le opzioni offerte sul “Impostazioni del menu” schermo. “Menu Salva” quando tu’ri soddisfatto.

Infine, mantieni la sezione automaticamente “aggiungi nuove pagine di livello superiore a questo menu” deselezionato in modo da poter posizionare manualmente nuove pagine nel menu nel punto appropriato durante la loro generazione.

Puoi aggiungere nuove pagine al menu facendo clic sulle caselle di controllo sul lato sinistro in basso “aggiungi voci di menu”, quindi facendo clic “aggiungi al menu”. Ciò consente anche di trascinare e rilasciare le pagine dei menu nella posizione appropriata.

Ancora meglio, ogni pagina di menu può essere aperta e le sue impostazioni ulteriormente personalizzabili, tra cui la disabilitazione dei collegamenti, la larghezza delle colonne e l’etichetta di navigazione.

Google Connection

L’ultimo pezzo del tuo puzzle di personalizzazione: connettersi con Google!

Dopo aver creato un statistiche di Google account e connessione al tuo sito Web, è possibile monitorare il tuo sito Web’s traffico e altri dati dalla scheda di controllo di Google Analytics. Ma puoi anche configurare Search Console, cosa che fai andando su Search Console sito Web e clic “Parti ora”.

Il processo di configurazione è abbastanza semplice e ti chiede di verificare la proprietà del tuo account. Una volta verificato, Search Console lo farà anche raccogliere dati sul tuo sito Web, consentendoti di potenziare i tuoi sforzi SEO!

Vai su Google Analytics e stabilisci una connessione anche con Search Console; farlo tramite “Admin”, poi “Proprietà”, poi “Impostazioni proprietà”.

Scheda di amministrazione di Google Analytics

Dopo tutto questo, vai alle impostazioni di Yoast SEO e fai clic su “Caratteristiche” scheda nella parte superiore dello schermo. Yoast già crea “Sitemap”, quali sono i dati che Google Search Console può utilizzare per migliorare il posizionamento SEO e generare nuovi dati per i tuoi strumenti. Facendo clic su “?” sopra le Sitemap ti forniranno un link che potrai quindi trasferire nella dashboard di Search Console.

Conclusione

Tutto sommato, personalizzare il tuo sito WordPress è uno sforzo enorme e probabilmente ci vorranno diverse settimane o mesi per comprendere appieno tutte le funzionalità e le impostazioni disponibili per armeggiare. Segui i passaggi precedenti, tuttavia, e sarai sulla buona strada per creare un sito funzionale, efficace e SEO-friendly che puoi utilizzare come preferisci!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map